Specializzazioni e filiere Specializzazioni e filiere

Il settore Information and Communication Technology (ICT) in provincia di Forlė-Cesena

Pubblicato il: 08/10/2015


Downloads       Links
Immagine paragrafo - Il settore Information and Communication Technology (ICT) in provincia di Forlė-Cesena

L'incontro pubblico di presentazione dei risultati, arricchiti e valorizzati da importanti contributi, si č svolto č giovedė 8 ottobre  a Cesena ed č stato un'occasione preziosa per condividere riflessioni e scenari di sviluppo con i principali rappresentanti del Sistema economico Territoriale.
All'incontro hanno partecipato:

top

Lo studio e le sue finalitā

Immagine paragrafo - Lo studio e le sue finalitā Il settore dell'Information and Communication Technology (ICT) svolge un ruolo determinante e strategico per lo sviluppo delle Imprese e per la competitivitā dei Territori.
Per valorizzarne l'importanza e supportare la definizione di azioni concrete,
- Camera di Commercio di Forlė-Cesena
- Universitā di Bologna
- CNA Forlė-Cesena
- Unindustria Forlė-Cesena
hanno realizzato insieme la prima analisi conoscitiva sulle caratteristiche e il posizionamento della provincia nel settore ICT.


L'incontro pubblico di presentazione dei risultati, arricchiti e valorizzati da importanti contributi, si č svolto giovedė 8 ottobre 2015 a Cesena ed č stato un'occasione preziosa per condividere riflessioni e scenari di sviluppo con i principali rappresentanti del Sistema economico Territoriale.

All'incontro hanno partecipato:

top

Alberto Zambianchi

Immagine paragrafo - Alberto Zambianchi Presidente Camera di Commercio di Forlė-Cesena

Ha intodotto il tema.
"L'ICT č un asset strategico per sostenere la ripresa ed incrementare un'occupazione qualificata e giovane e rappresenta una vera e propria 'chiave di volta' per lo sviluppo.
La crescita di questo settore č importante non solo per la creazione diretta di imprese, capitale umano e valore aggiunto che determina, ma anche per la competitivitā dell'intero Sistema Imprenditoriale.
Per questi motivi la Camera č impegnata nel migliorare la conoscenza del fenomeno - a partire dal lavoro di mappatura che viene presentato oggi -, nell'infrastrutturazione a banda larga e ultralarga per le imprese - con interventi mirati nelle aree artigianali e industriali del nostro territorio in divario digitale - e nella sensibilizzazione delle imprese sulle straordinarie opportunitā che l'ICT offre in termini di organizzazione aziendale e di mercato."

Guarda il video dell'intervento

top

Luciano Margara

Immagine paragrafo - Luciano Margara Coordinatore del Campus di Cesena dell'Universitā di Bologna 

Ha illustrato il "Ruolo del Corso di Ingegneria e Scienze Informatiche e del CIRI ICT"
"Iniziative di questo genere sono molto utili perché ci danno la misura di tutto quanto č stato fatto nel settore ICT, sia lato imprese sia lato universitā, e sono una solida partenza per riprogrammare il futuro".

Guarda il video dell'intervento

top

Marco Antonio Boschetti

Immagine paragrafo - Marco Antonio Boschetti Docente dell'Universitā di Bologna

Ha presentato i "Risultati della Mappatura del settore ICT nella Provincia di Forlė-Cesena"
"Questa indagine ha dimostrato che la collaborazione tra Camera di Commercio, Associazioni di categoria, imprese e universitā puō aprire la strada a iniziative concrete a supporto del sistema imprenditoriale. Ora, dopo questa fase di raccolta dati e di ascolto delle imprese č necessario definire delle azioni coerenti con quanto emerso dallo studio. Questa indagine deve essere il primo passo di un cammino condiviso, che sarā senz'altro impegnativo ma necessario."

Guarda il video dell'intervento

Slides dell'intervento

top

Matteo Cecchini

Immagine paragrafo - Matteo Cecchini T-Consulting - Vicepresidente CNA

Il supporto delle Associazioni di Categoria e a Testimonianze di Imprese del settore ICT
"Lo scenario attuale impone una aggregazioni su pių livelli: associazioni, aziende e istituzioni devo operare congiuntamente per sfruttare al meglio le opportunitā offerte dalla tecnologia per aumentare il loro vantaggio competitivo. Nuovi mercati, come l'Internet of Things, offrono la possibilitā ad aziende tradizionali di operare in sinergia con aziende digitali creano nuovo valore per il territorio e per le aziende stesse.
Questa ricerca offre l'opportunitā di conoscere il sistema delle imprese del mondo dell'ICT ed il potenziale che possono sviluppare in termini di valore aggiunto per il territorio rendendo quest?ultimo un sistema "intelligente" e ricettivo verso i nuovi mercati".

Guarda il video dell'intervento

top

Fabio Piraccini

Immagine paragrafo - Fabio Piraccini Onit Group, Consigliere Delegato Unindustria FC

Sempre in relazione al supporto delle Associazioni di Categoria e a Testimonianze di Imprese del settore ICT
"Gli imprenditori e le istituzioni si stanno sempre pių rendendo conto che l'ICT č fattore strategico per la competitivitā. Pertanto avere un territorio attento e attivo in questo settore č determinante ed č opportuno che il settore venga monitorato, valutato e potenziato. L'indagine sulle aziende ICT del territorio di Forlė e Cesena ha evidenziato che abbiamo un ottimo potenziale costituito da imprese eccellenti, da una Universitā competente e da Istituzioni attente, ma č necessario migliorare le sinergie perché solo attraverso la crescita dell'intero settore potremo cavalcare da protagonisti le opportunitā del prossimo futuro?.

Guarda il video dell'intervento

top

Roberto Ricci Mingani

Immagine paragrafo - Roberto Ricci Mingani Responsabile del servizio politiche per l'industria, l'artigianato, la cooperazione e i servizi

Ha presentato i finanziamenti della Regione per le imprese ICT
"Il tema dell'ICT č senza dubbio uno temi portanti della politica di crescita dell'intero sistema territoriale, ed č considerato tale, sia a livello europeo che nazionale e a maggior ragione regionale, dove si concentrano le principali iniziative con ricaduta diretta nei confronti delle imprese. Le azioni programmate ed avviate in Emilia Romagna in questo ambito sono numerose e vanno dal rafforzamento dell'investimento strutturale per ampliamento della rete di cablaggio delle aree produttive, con 26,5 Ml. di Euro stanziati nel POR FESR 2014-2020, a cui si aggiungono i 46,9 Ml. di Euro del POR FEARS 2007-2020, oltre al programma nazionale legato all'attuazione dell'agenda digitale. Sul fronte dell'E-government, sono oltre 3,5 Ml di Euro stanziati nella nuova programmazione del POR, con l'obiettivo di migliorare e facilitare i servizi tra imprese e amministrazione pubblica. Per le imprese, la nuova programmazione prevede una specifica azione di supporto a soluzioni ICT, nell'ambito dell'asse 3 riservato alla competitivitā. Le risorse destinate per l'intero periodo ammontano a quasi 16 Ml. di Euro. Proprio su questo versante la Regione, cercando di anticipare i tempi, ha sfruttato la chiusura della vecchia programmazione per raccogliere attraverso il bando chiuso lo scorso 30 marzo, quasi 2.000 progetti di investimento in tema di ICT, di queste, 1.693 sono state ritenute ammissibili e ben 1.127 saranno finanziate con circa 20 Ml di contributo pubblico. Le imprese della provincia di Forlė Cesena hanno risposto molto bene, con 227 progetti presentati, di cui 199 ritenuti ammissibili e 129 ad oggi finanziati per un importo di spesa ammessa pari a 8,4 Ml. di Euro e 2,1 Ml. di contributo pubblico. Fondamentale per il futuro sarā riuscire ad interpretare con il necessario dinamismo le vere prioritā in termini di ulteriori investimenti che, partendo dal confronto tra imprese ed istituzioni, possano tradursi in progetti in grado di apportare un concreto valore aggiunto per la crescita della competitivitā del sistema regionale".

Guarda il video dell'intervento

Slides dell'intervento

top

Andrea Farina

Immagine paragrafo - Andrea Farina Itway Group - Consigliere ASSINFORM

Ha presentato riflessioni sul settore ICT in Italia e in Emilia Romagna, tendenze e prospettive
"I cantieri aperti su cui occorre concentrare attenzione e impegno, a livello locale, regionale e nazionale sono molti e tutti importanti. Oltre al tema infrastrutturale (banda ultra larga, azzeramento del digital divide) e a quello dei servizi a imprese e cittadini (dalla digitalizzazione della PA alla sicurezza informatica), č importante sottolineare quello dell?innovazione a 360° che le tecnologie IT possono generare negli altri settori, dell'economia e della societā.
Senza dimenticare che gli investimenti nelle infrastrutture e nei servizi a banda larga hanno un formidabile effetto moltiplicatore sullo sviluppo e sono un forte elemento di coesione del territorio. I dati e le analisi a livello internazionale ne danno evidenza numerica.
L'innovazione digitale deve essere agente di cambiamento ed il settore IT deve essere sempre pių capace di proporre innovazione e aprire nuovi sentieri di sviluppo, creando opportunitā nuove e aiutando un processo di crescita culturale fondamentale per le imprese italiane e per il nostro Paese".

Guarda il video dell'intervento

top

Annamaria Di Ruscio

Immagine paragrafo - Annamaria Di Ruscio Amministratore Delegato Netconsulting cube  - curatore del Rapporto Annuale ASSINFORM

Ha presentato ulteriori riflessioni sul settore ICT in Italia e in Emilia Romagna, tendenze e prospettive
"La trasformazione digitale parte dal consumatore: smartphone e tablet, Social Media e Apps stanno rivoluzionando le abitudini di acquisto ed interazione e determinando cambiamenti nel mondo delle aziende. Le imprese stanno orientando le loro prioritā di investimento verso soluzioni di Digital Transformation, anche innovative, in particolare baricentrate sulla relazione con i clienti e la customer experience, il ridisegno dei processi e, in misura minore, l'evoluzione delle offerte e dei modelli di business.
In questo contesto, il territorio dell'Emilia-Romagna si caratterizza per una dinamica degli investimenti tecnologici superiore alla media nazionale e per volumi di spesa che la collocano appena al di sotto delle due Regioni top spender, Lombardia e Lazio. Ciō trova riscontro nei livelli di utilizzo di soluzioni e strumenti ICT da parte di cittadini, imprese e PA spesso ben al di sopra della media nazionale. Fondamentale il ruolo delle politiche regionali indirizzate da tempo a stimolare l'avvio di processi di digitalizzazione sul territorio. La trasformazione digitale dell'Emilia Romagna č quindi giā in corso e in futuro dovrā sempre pių poggiare sulla sinergia tra soggetti pubblici e privati, sulle competenze e il trasferimento tecnologico abilitato dalla rete di tecnopoli e incubatori/acceleratori, sulla produzione di innovazione grazie a centri di ricerca e startup a sostegno della competitivitā e dello sviluppo."

Guarda il video dell'intervento

Slides dell'intervento

top

Fabrizio Binacchi

Immagine paragrafo - Fabrizio Binacchi Giornalista Direttore RAI Emilia-Romagna

Ha moderato l'incontro ed espresso alcune considerazioni conclusive

Guarda il video dell'intervento

top

Rassegna stampa

Dossier sugli articoli apparsi sulla stampa locale sull'evento di presentazione dello studio sul settore ICT in provincia di Forlė-Cesena dell'8/10/15 (pdf/a 1.3 Mb)

top


Download



 

 
Giudica l'utilitā di questa pagina cliccando sulle stelle:
Valutazione complessiva:
  Numero giudizi: 21 - Media: Ottimo

icona Twitter icona Facebook icona Google Plus icona YouTube icona Slideshare

Questa pagina ti č stata utile?
stella gradimento Vota a fondo pagina stella gradimento
 

 

 

 

 

 

 

 

 

Logo attestante il superamento, ai sensi della Legge n. 4/2004, della verifica tecnica di accessibilitā. Valid XHTML 1.0 Strict CSS Valido!